Gran Madre di Dio…..abbi pietà di noi !

La vicenda è sotto gli occhi di tutti, tutti i giorni.

La basilica di Piazzale Ponte Milvio è ormai diventata una chiesa/sandwich, un maxi cartellone pubblicitario, portatore di qualsiasi messaggio, poco importa se…….”compatibile con il supporto”.

Noi ci siamo rivolti a tutti, dal Vescovo di Roma al Municipio, dal Vicariato alla Polizia di Roma Capitale. Anche puntualmente a chi ritenevamo avesse responsabilità amministrative specifiche sul merito.

Ne è scaturito un carteggio da commedia dell’assurdo.

Una nostra prima lettera (14 marzo 2014), una serie di risposte “del nulla”, una nostra attuale ulteriore richiesta.

Non demordiamo. E’ proprio completamente e definitivamente scomparso il senso di responsabilità in questa città?

Proponiamo ai nostri lettori e ai nostri associati la lettura degli scambi epistolari, nella loro sequenza cronologica, in modo che possano farsi una loro precisa idea, senza alcun condizionamento da parte del Comitato.

Per quanto ci riguarda, continuiamo ad essere vigili e insistenti.

Eduardo Micheletti e Paolo Salonia, Portavoce del Comitato Abitare Ponte Milvio

 

Di seguito riportiamo i documenti del carteggio.

 

LA NOSTRA LETTERA DEL 14 MARZO 2014

-On.Marta Leonori – Assessore a Roma Produttiva.
[email protected]
-Dr.Simone Ariola – Assessore al Commercio – Municipio XV
[email protected]
-Dr.Francesco Paciello – Dir.UO Regolazione,monitoraggio e controllo affissioni pubblicitarie.
[email protected]
-Dr. Donatella Scafati – Polizia Municipale Roma XV.
[email protected]

Oggetto: ESPOSIZIONE PUBBLICITARIA su PONTEGGI di CANTIERE.

Desideriamo segnalare una grave irregolarità in atto da vari mesi e che oltre a contravvenire le disposizioni della materia in oggetto, costituisce un brutto esempio di offesa al decoro urbano.

La chiesa della Gran Madre di Dio a Ponte Milvio è completamente circondata da ponteggi di cantiere sia sul lato della via Cassia, che su quello della via Farnesina e sulla facciata prospiciente il piazzale di Ponte Milvio.

Quest’ultimo lato è interamente occultato da un enorme cartellone pubblicitario.

Poiché non sono in corso lavori inerenti l’edificio, sembra chiaro che la suddetta istallazione contravvenga la regolamentazione in materia costituita

dalle Deliberazioni Consiliari n.289/94, 254/95, 260/ 97 e specificamente dall’art.1/B Deliberazione n.37/2003 sostituito con Deliberazione n.262

/2003 al punto che recita “ L’autorizzazione rilasciata per l‘esposizione pubblicitaria non è prorogabile e la durata non può essere superiore alla durata dei lavori come stabilita nella domanda di cui punto al precedente A)”.

La successiva Deliberazione n.372/2004 conferma le precedenti.

Preghiamo le Autorità preposte, a meno di deroghe che possano giustificare quanto segnalato, voler intervenire e far rispettare le disposizioni citate

restituendo legalità e decoro al luogo.

Con ossequi.

 

LE RISPOSTE PERVENUTE:

1 – ARIOLA

Al Comandante U.O. XV Gruppo “ Cassia”

Dott.ssa Donatella Scafati

Oggetto: Esposizione pubblicitaria su ponteggi di cantiere.

In riferimento alla E-mail. del Sig. Eduardo Micheletti del 14 marzo u.s , di cui si allega copia, si chiede di voler fornire allo scrivente notizie in merito all’argomento in oggetto.

In attesa di cortese riscontro, Le porgo cordiali saluti

L’Assessore
Simone Ariola

2 – POLIZIA LOCALE

U.O. XV Gruppo Cassia
Polizia Locale
Via Federico Caprilli n. 11 – 00191 Roma
T +39 06 6769 7320-21 – F +39 06 3335175

Egregio Sig. Eduardo Micheletti,

nel ringraziarLa per la Sua segnalazione, acquisita agli atti di questa U.O. XV Gruppo Cassia Polizia Locale di Roma Capitale con prot. 16686 del 18/03/2014, La informiamo che la stessa è stata assegnata al Reparto Affissioni e Pubblicità e al Reparto Edilizia ed Urbanistica di questo Comando per le verifiche ed i successivi adempimenti che ne conseguiranno.

Cordiali saluti.

Segreteria U.O. XV Gruppo Cassia – Polizia Locale di Roma Capitale

3 – Dott. PACIELLO

Risposta del Dirigente Francesco Paciello al Comitato Abitare Ponte Milvio

 

Infine, la nostra ultima lettera

– On.Marta Leonori – Assessore a Roma Produttiva ([email protected])
– Dr.Simone Ariola – Assessore al Commercio – Municipio XV ([email protected])
– Dr.Francesco Paciello – Dir.UO Regolazione,monitoraggio e controllo affissioni pubblicitarie ([email protected])
– Dr. Donatella Scafati – Polizia Municipale Roma XV. [email protected]

Con nostra lettera e-mail del 14 marzo 2014 ripetuta il giorno 17 successivo, il nostro Comitato segnalava ai quattro uffici destinatari della presente l’inadempienza agli obblighi normativi in materia di pubblicità sui ponteggi di cantiere verificatisi alla chiesa Gran Madre di Dio di Ponte Milvio.

I quattro uffici indicati sono preposti a far rispettare la normativa citata e pertanto una consultazione reciproca e una sola risposta si poteva prevedere.

Invece si sono avute tre risposte inconcludenti che riportiamo in allegato.

L’assessore Ariola, diretto responsabile delle affissioni e pubblicità a livello municipale demanda il suo compito ad altro ufficio operativo, e cioè al Comandante U.O.XV Gruppo Cassia dr.Donatella Scafati, operazione evidentemente inutile e dilatoria essendo detto ufficio già in indirizzo.

A sua volta la Polizia Locale, Segreteria U.O. XV Gruppo Cassia, inoltra ad altri uffici ( Reparto.Affissioni e Pubblicità e Reparto Edilizia ed Urbanistica) la responsabilità di una risposta.

Conclusione dopo oltre due mesi ( 65 giorni consecutivi) non abbiamo ottenuta una risposta dovuta.

Il dr. Francesco Paciello, particolarmente competente in materia nella sua qualità di direttore dell’U.O. indicato in indirizzo, cita la D.D. con la quale è stata rilasciata regolare autorizzazione per l’istallazione di pubblicità su ponteggi e rimanda agli organi competenti le eventuali verifiche relative alla corretta istallazione dei ponteggi e alla esecuzione dei lavori.

Ma la nostra segnalazione rilevava che da molti mesi i ponteggi sono istallati e non si vedono lavori in corso se non in modo sporadico con lunghi intervalli di fermo assoluto.

La risposta del dr.Paciello non fornisce i dati relativi ad inizio e fine lavori utili allo scopo di verificare se lavori pressoché inesistenti dureranno all’infinito perpetuando insieme una illegale deroga alle varie Deliberazioni in merito, citate nella nostra segnalazione, e una grave offesa al decoro della città che ha già suscitato le proteste dei credenti, dei cittadini e perfino di turisti stranieri indignati per l’uso quantomeno improprio di luoghi di culto.

Pertanto, chiediamo formalmente ai responsabili delle Autorità in indirizzo, di provvedere, ciascuno per la propria competenza e per il proprio ufficio, al doveroso accertamento, alla repressione ed al contrasto di ogni fatto antigiuridico si dovesse rilevare, riservandosi i firmatari, in mancanza di una efficace tutela, di adire la competente Autorità Giudiziaria, evidenziando anche le possibili ipotesi di omissione di atti di ufficio.

Con ossequi,

Eduardo Micheletti e Paolo Salonia
Portavoce del Comitato Abitare Ponte Milvio.
Roma 28 maggio 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
Inserisci le parole che vedi nella casella, nello stesso ordine e separate da uno spazio (Guida)