Abbiamo trovato “il giudice a Berlino”

Ricordate tutti la storia delle tre “interrogazioni civiche” presentate dal nostro Comitato all’ex Presidente Giacomini tra la fine del 2012 e l’inizio di questo anno.

Tutto era avvenuto nel rispetto dell’art. 66 del Regolamento del Municipio, con tanto di firme di numerosissimi cittadini, i loro dati completi e con tutti i crismi necessari.

Solamente la testarda e sprezzante volontà a non rispondere dell’ex Presidente aveva rappresentato un manifesto disprezzo del Regolamento dello stesso Municipio da lui ancora presieduto (la sfiducia stava per arrivare).

Avevamo scritto “la democrazia bistrattata insiste” e infatti abbiamo inisistito in una difficile ricerca di giustizia, al motto “ci sarà pure un giudice a Berlino” (vecchia storia settecentesca di un mugnaio di Postdam, forse vera, forse raccontata in un’opera di Brecht).

E alla fine, a febbraio scorso, presentammo un esposto all’Ufficio Primi Atti della Procura di Roma.

Ed ora ci pensa la Procura, dove è stata aperta l’inchiesta e “….Il PM Attilio Pisani, ricevuto il fascicolo, ipotizza che il silenzio opposto da un rappresentante  delle istituzioni alle domande poste dai cittadini può configurare il reato di abuso d’ufficio“ (Corriere della Sera, edizione romana del 13 maggio 2013 – http://www.rassegnastampa.comune.roma.it/PDF/2013/2013-05-13/2013051324624264.pdf).

La democrazia, la partecipazione, il dovere “all’ascolto” da parte di chi amministra, la trasparenza sono cose serie, non possono, né devono, essere ignorate.

Non si può gestire la cosa pubblica come fosse privata e, dunque, utilizzando procedure e  modi non idonei e palesemente antidemocratici.

Sicuramente, alla fine, si paga un conto politico, ma forse anche di più.

Quello che stupisce – si fa per dire – è che il Giacomini che ci sorride dai manifesti che hanno invaso il territorio del nostro Municipio, chiedendoci il voto per diventare Presidente, E’ proprio lo stesso, mica un sosia omonimo.

E stupisce ancora di più che il suo partito, il PdL, lo abbia indicato come il SUO candidato.

A quale punto di tracotanza!!!

O giocano sul fatto che prima era Presidente del XX e ora lo sarebbe del XV, quindi altra roba……..???

Avviso ai naviganti: noi, il nostro Comitato Abitare Ponte Milvio, siamo fatti così, non desistiamo….e i problemi sono ancora lì tutti sul tavolo! Anzi, peggio.

I candidati Presidenti del Municipio, con i quali ieri sera abbiamo avuto un incontro (no comment), lo tengano ben presente.

Eduardo Micheletti e Paolo Salonia, Portavoce del Comitato Abitare Ponte Milvio

Incontro con i candidati Presidenti al XV Municipio

Lunedì 13 maggio alle ore 19 presso il teatro della Chiesa San Giuliano

via Cassia 1036

Incontro dei Comitati del XV Municipio con i candidati Presidenti.

Sono stati invitati tutti i candidati dei diversi partiti e delle diverse liste civiche affinché rispondano alle domanda dei cittadini sui temi emergenti del territorio.

L’incontro è stato organizzato con i Comitati:

Comitato Abitare Ponte Milvio, Comitato Cittadino per il XX Municipio, Comitato di Quartiere “Karol Wojtyla” – Prima Porta,   Comitato Pendolari Ferrovia Roma Nord”,   Comitato Giovanni XXIII, Comitato La Giustiniana, Comitato Via Gradoli

E le Associazioni:
“AssoCommercioNord”,  “Hermes 2000”,  “Incontrarsi a Roma Nord”,  “Mamme per la scuola”, “Movimento difesa del Cittadino”

Sono stati invitati i giornalisti di VignaClaraBlog.it, Zona, Il Periodico, T9, RomaUno, Il Messaggero, Corriere della Sera, La Repubblica.

Coordina Claudio Cafasso di VignaClaraBlog.

I cittadini sono invitati a partecipare numerosi.

I Portavoce del Comitato

Convocazione Assemblea 15 maggio 2013

ASSEMBLEA GENERALE

COMITATO ABITARE PONTE MILVIO
CONVOCAZIONE ASSEMBLEA
ITIS Bernini – via dei Robilant 2, Roma
15 maggio 2013, ore 18.00

 

Il Comitato Abitare Ponte Milvio convoca l’Assemblea degli aderenti per il giorno 15 maggio 2013 alle ore 18.00 presso l’Istituto Tecnico Industriale Bernini, in via dei Robilant n. 2 (Ponte Milvio).

L’o.d.g. è il seguente:

  1. Comunicazioni dei Portavoce sull’attività svolta e quella in prospettiva
  2. Azioni da intraprendere a contrasto dell’intensificato sorgere di nuovi esercizi commerciali di somministrazione bevande e alimenti
  3. Resoconto e discussione sull’incontro con i candidati alla Presidenza Municipale promosso dal Coordinamento dei Comitati del XX Municipio

All’Assemblea sono stati invitati candidati Consiglieri Municipali del PDL, del PD e del Movimento 5 Stelle.

In considerazione dell’intervento dei candidati, degli argomenti trattati e della loro urgenza, si raccomanda di voler dare ampia diffusione della convocazione e garantire la più alta presenza.

I Portavoce del Comitato Abitare Ponte Milvio

Eduardo Micheletti e Paolo Salonia

Roma, 12 maggio 2013

Su Paese Sera si parla ancora di Ponte Milvio…….e, quindi, del nostro Comitato.

Paese Sera, domenica 12 maggio 2013: http://www.paesesera.it/Cronaca/Ponte-Milvio-il-quartiere-della-movida-tra-degrado-e-sosta-selvaggia. Questo l’articolo di Rosamaria Aquino, scritto dopo che la giornalista aveva chiesto ed ottenuto un lungo incontro con i Portavoce del Comitato Abitare Ponte Milvio, Eduardo Micheletti e Paolo Salonia.

Così ancora una volta si parla del degrado generale di questa parte della Città Storica, senza che nulla sia accaduto in senso migliorativo, mentre molto – e molto velocemente – continua a peggiorare: nuovi locali di somministrazione di alimenti e bevande (alcooliche) stanno per arrivare, la “ristrutturazione” del locale dell’ex Gianfornaio è diventata l’ennesima occasione per trasformazioni non controllate, aumenti di cubatura e destinazioni non note, limitandosi a citare solo alcuni casi tra gli ultimissimi.

L’attuale Presidente f.f. del Municipio, Dino Gasperini Assessore alla Cultura del Comune di Roma, che tanti appunti aveva seriosamente preso durante l’incontro con noi, avvenuto un bel po’ di tempo fa e che tanti “interverrò” aveva, altrettanto seriosamente, promesso, è svanito nel nulla, senza che neanche un timido segnale del suo governo provvisorio sia stato minimamente avvertito da alcuno.

Evidentemente troppo occupato nella sua campagna elettorale per le prossime amministrative: ancora Assessorato alla Cultura o qualcosa di più?

Continua a leggere